Corso di analisi del testo

Insegnante: Mauro Santopietro

Ogni giorno mi è sempre più evidente come l’attore contemporaneo debba essere cosciente della dimensione drammatica in cui agisce. Il lavorare su una drammaturgia richiede l’acquisizione di una sensibilità, di una dimestichezza con l’analisi testuale, così che l’attore possa ” porgere senza spiegare, presentare senza sovra-significare” i testi che di volta in volta è chiamato a giocare. Ogni artista è datore di senso ed il pubblico diventa co-creatore dello spettacolo (quindi totalmente coinvolto in esso) solo se l’attore acquisisce la sensibilità a utilizzare tutti quegli indizi della partitura dell’opera che gli sono messi a disposizione dall’autore. Elementi a volte meno evidenti, ma non per questo poco importanti. Un attore deve essere in grado di ricreare e di saper stare all’interno di un percorso drammaturgico in maniera cosciente e responsabile.

Il laboratorio verrà così incentrato su questo percorso di indagine, attraverso l’analisi e l’osservazione, rispettando le regole della drammaturgia e dell’interpretazione legata ad essa, ogni attore avrà modo di rendere vivo, personale e coinvolgente il proprio lavoro. Verranno affrontati autori classici e contemporanei, cercando pian piano di confrontarsi in scena attraverso un “analisi attiva” delle scene, cercando cioè una verifica sul palco dell’analisi fatta precedentemente a tavolino.

 

Questo seminario è rivolto esclusivamente agli allievi dei corsi di recitazione del Teatro della Dodicesima